STATUTO allegato all’atto costitutivo dell’ASSOCIAZIONE CULTURALE “GIANNINO CASTIGLIONI” con sede in Lierna Via Papa Giovanni XXIII, N. 34

Art. 1 In data 30 Ottobre 2013 è stata costituita in Lierna l’Associazione Culturale 
“Giannino Castiglioni” artista ed emerito cittadino liernese.

Art: 2 SCOPI ASSOCIATIVI L’Associazione ha per scopo la promozione e l’organizzazione di attività di ricerca, divulgazione e studio inerenti, storia, tradizioni, cultura ed arte legate al territorio di Lierna. Tali attività, sono perseguite dagli associati, senza fini di lucro, mediante prestazioni personali, volontarie e gratuite. 
Per perseguire le proprie finalità l’Associazione può:
- organizzare incontri pubblici, seminari, mostre, convegni ed altre attività divulgative e di formazione;
- promuovere ricerche e curare la pubblicazione di atti di convegni, seminari e risultati delle ricerche compiute;
- richiedere la gestione di strutture preesistenti mediante la stipula di convenzioni con Enti pubblici e privati;
- avvalersi della collaborazione di Enti e persone di comprovata competenza specifica;
- aderire ad Enti e Associazioni aventi scopi affini alle finalità associative;
- chiedere il contributo ed il concorso di Enti pubblici e di Persone fisiche e giuridiche per le attività di cui ai punti precedenti;
- promuovere forme di autofinanziamento attraverso l’esercizio di marginali attività commerciali, destinando i relativi proventi alle finalità associative.

Art. 3 ASSOCIATI L’Associazione è aperta a tutti coloro che sono interessati alla realizzazione delle finalità statutarie. 
Per iscriversi all’Associazione è necessario presentare domanda scritta al Consiglio Direttivo, che delibera l’ammissione a suo insindacabile giudizio, senza obbligo di motivazione, dandone comunicazione scritta all’aspirante socio.
La qualifica di Associato viene acquisita dopo il versamento della quota associativa annuale, che è intrasmissibile, ad eccezione dei trasferimenti in caso di morte. L’entità della stessa, che non è rivalutabile, è stabilita annualmente dal Consiglio Direttivo che fissa anche il termine di pagamento.
Tutti gli Associati maggiorenni hanno diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’associazione.
Gli Associati, che sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto, hanno diritto di partecipare attivamente alla vita dell’Associazione, possono accedere alla sede sociale nell’orario di apertura
della stessa ed usufruire delle attrezzature secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo.
L’esclusione di un Associato è deliberata insindacabilmente, previa contestazione degli addebiti, dal 
Consiglio Direttivo a seguito di :
- mancato pagamento della quota annuale, 
- inosservanza dello statuto , dei regolamenti e delle decisioni deliberate dall’Assemblea e dal
Consiglio Direttivo;
- comportamento indegno e lesivo dell’immagine dell’Associazione, anche se non direttamente 
collegato allo svolgimento dell’attività associativa.
Il provvedimento di esclusione, debitamente motivato, deve essere comunicato all’interessato con lettera raccomandata: Non è obbligatoria tale comunicazione per il primo punto.
L’Associato può recedere dall’Associazione presentando richiesta con firma autografa al Consiglio Direttivo. Tale atto ha effetto alla fine dell’anno associativo in corso solo se pervenuto tre mesi prima del termine dello stesso. All’Associato espulso o receduto non saranno restituite le quote versate.

ART. 4 ENTRATE
Per far fronte agli scopi istituzionali dell’Associazione sono costituite le seguenti voci relative alle entrate:
- quote associative
- contributi, liberalità di privati e di Enti pubblici e qualsiasi altra sopravvenienza attiva,
regolarmente accettata dal Consiglio Direttivo, anche ottenuti attraverso l’eventuale 
esercizio di marginali attività commerciali promosse dall’Associazione e finalizzate al
al raggiungimento degli scopi istituzionali
- donazioni e lasciti testamentari
- rimborsi derivanti da convenzioni.
E’ fatto divieto di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

ART.5 ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE
Sono organi dell’Associazione:
1) Assemblea degli Associati
2) Il Presidente dell’Associazione
3) Il Consiglio Direttivo
4) Il Revisore dei conti

ART. 6 ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI
L’Assemblea, organo sovrano dell’associazione, composta da tutti gli associati, ognuno dei quali ha diritto ad un voto singolo, di cui all’art.2532 comma 2 del codice civile, si riunisce almeno una volta all’anno in seduta ordinaria , in seduta straordinaria quando sia necessario e su richiesta del Consiglio Direttivo o di almeno un decimo degli associati.
L’avviso di convocazione contenente l’ordine del giorno, il luogo, la data, l’ora della prima ed eventualmente della seconda riunione, è fatto con avviso pubblico affisso all’albo della sede sociale ( le convocazioni potranno essere fatte anche telefonicamente e con e. mail )
In prima convocazione l’Assemblea ordinaria è valida se è presente la maggioranza dei soci , in seconda convocazione delibera a prescindere dal numero dei presenti. In apertura, l’assemblea elegge un segretario che redigerà il verbale della riunione .
Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione, all’albo della sede
sociale, del relativo verbale 
I compiti dell’Assemblea ordinaria sono
- eleggere il Consiglio Direttivo ed il Revisore dei Conti;
- approvare annualmente il bilancio ed il rendiconto economico- finanziario redatto dal Consiglio Direttivo secondo le disposizioni statutarie
- approvare il regolamento interno.
L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione.

ART. 7 CONSIGLIO DIRETTVO
Il Consiglio Direttivo, che è l’organo esecutivo dell’associazione con pieni poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione della stessa, in ottemperanza ai suoi scopi sociali, è composto dal Presidente che ricopre anche la carica di Presidente dell’assemblea, da un Vice Presidente, da tre Consiglieri, dal Segretario che non necessariamente assume la funzione di Segretario anche dell’Assemblea e dal Tesoriere.
I Consiglieri durano in carica tre anni e sono rieleggibili, senza limite di mandato.
La convocazione del Consiglio Direttivo è fatta dal Presidente ogni volta che lo ritiene opportuno o su richiesta di almeno tre consiglieri. Il Consiglio Direttivo, previa deliberazione, compie tutti gli atti necessari ed opportuni per il raggiungimento delle finalità associative.
Redige annualmente secondo le disposizioni statutarie e sottopone all’approvazione dell’Assemblea entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale, il bilancio ed il rendiconto economico-finanziario accompagnati dalla relazione del Presidente
Stabilisce l’importo della quota sociale.
Nomina il Segretario ed il Tesoriere.
Fissa i criteri di ammissione ed esclusione degli aspiranti associati.
Le deliberazioni adottate, i bilanci o rendiconti, dovranno essere pubblicizzate mediante affissione all’albo della sede sociale.

ART. 8 PRESIDENTE 
Il Presidente , eletto a maggioranza dal Consiglio Direttivo tra i suoi componenti, è il legale rappresentante dell’Associazione a tutti gli effetti.
Convoca e presiede il Consiglio Direttivo, sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dalla
Associazione, cura l’esecuzione delle deliberazioni, vigilando affinché tutto venga compiuto nel rispetto dei termini di legge, delle norme in vigore ed in ottemperanza agli scopi statutari.
Può aprire conti correnti bancari e postali e procedure di incassi, la cui documentazione dovrà essere poi allegata al bilancio.
Previa approvazione del Consiglio Direttivo, conferisce agli Associati procura speciale per la gestione di attività varie .
Sentito il parere del Consiglio Direttivo ha la facoltà di nominare avvocati e procuratori nelle liti passive ed attive riguardanti l’Associazione, davanti a qualsiasi Autorità.
In caso di suo impedimento , lo sostituisce il Vice Presidente con pari doveri, obblighi e facoltà.

ART: 9 TESORIERE
Il Tesoriere coadiuva l’azione del Presidente e dell’intero Consiglio Direttivo curando in particolar modo la gestione finanziaria delle entrate e delle uscite relative al bilancio.

ART. 10 REVISORE DEI CONTI (non obbligatorio) Verifica periodicamente la regolarità formale e sostanziale della contabilità, redige apposita relazione da allegare al bilancio preventivo e consuntivo.
E’ eletto dall’Assemblea degli Associati, scelto anche tra persone esterne con provata esperienza nel campo economico- finanziario, non necessariamente iscritto all’albo.
Dura in carica tre anni ed è rieleggibile.

ART. 11 ANNO ASSOCIATIVO
L’anno associativo inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre.

ART. 12 SCIOGLIMENTO ED ESTINZIONE
Nel caso di scioglimento dell’Associazione su proposta del Consiglio Direttivo o dell’Assemblea degli Associati a causa dell’impossibilità al raggiungimento degli scopi sociali e per qualunque altra causa, è fatto obbligo di devolvere il patrimonio dell’ente ad altra associazione con finalità 
analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art.3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n.662 e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

ART. 13 Per tutto quanto non espressamente contemplato dal presente statuto valgono le disposizioni delle leggi vigenti in materia.


Copyright by Associazione Castiglioni Lierna - 2013 / 2018.

Tutti i diritti riservati. Immagini e testi riservati. Webdesign riservato.